CAGLIARI














Cagliari si raggiunge in aereo e poi con un treno che ti porta in centro città, oppure in nave magari da crociera che però sosta soltanto per poche ore, se questo è il vostro caso o comunque avete poco tempo vi consiglio di affidarvi a Simone che vi porterà alla scoperta dei luoghi più particolari a bordo di un simpatico apecalessino che si arrampica facilmente anche nelle strade più anguste.










Il Bastione di Saint Remy si presenta maestoso quando vi appare di fronte, dalla sua sommità è possibile ammirare un panorama da togliere il fiato (se poi siete saliti a piedi è assicurato)




Il Santuario di Bonaria si trova in cima a un famoso colle, un po' fuori dal fulcro della città.

La candida facciata si erge su un luminoso piazzale, mentre infiniti scalini scendono dal colle sin quasi al mare.










La Cattedrale di Santa Maria con la cappella pisana e la cappella aragonese del SS. Sacramento dedicata alla

Sacra Spina, si trova in pieno centro, anche qui se andate a piedi sarà una bella scarpinata, altrimenti è possibile grazie a Simone farvi arrivare comodamente sul sagrato.


La Spiaggia del Poetto a poche fermate di autobus è una lunghissima lingua di sabbia, alle sua spalle si trova il Parco Naturale Regionale Molentargius–Saline è una zona umida di valore internazionale, soprattutto come habitat di numerose specie di uccelli acquatici,è famoso per la presenza dei fenicotteri rosa


Il Palazzo Civico vi accoglie elegante e mastodontico davanti al porto.







Le Torri dell'Elefante e San Pancrazio le due torri gemelle sono di calcare bianco di Bonaria per tre lati sui quali si affacciano sottili feritoie mentre il quarto, rivolto verso il Castello, è aperto e mostra i vari piani costruiti da ballatoi in legno.Con i suoi 30 m. di altezza e il robusto portale a saracinesca, la torre dell’Elefante, così chiamata per il piccolo elefante scolpito nella pietra che sporge da un lato di essa, proteggeva il lato sud-occidentale del Castello.




Molti i piatti da assaggiare, sia di carne che di pesce, consiglio i malloreddus, gnocchetti di semola e zafferano conditi con pomodoro e formaggio e come dolce le seadas, i buonissimi ravioloni ripieni di formaggio, fritti e ricoperti di miele.

Potrebbe piacerti anche: