top of page

RIMINI

Volevo visitare da diverso tempo Rimini e devo dire che scegliere di farlo il 1 ottobre è stata un'idea vincente, perché la maggior parte dei parcheggi sono gratuiti (tranne il lungomare dove rimane in vigore il pagamento).

Mi sono informata tramite il sito VisitRimini dove ho trovato tante idee per arricchiere la mia gita.

Colazione con Federico al Gran Hotel è una di queste, 25 euro possibilità di acquistare dal sito e scegliere l'orario. Nell'attesa di accedere alla sala ristorazione, possibilità di effetturare in modo autonomo il tour dell'Albergo dei Sogni che si snoda tra il giardino e le sale al piano terra.


Terminata la colazione tra dolce, salato e frutta, obbligatoria foto con "Fellinia" la macchina fotografica gigante e passeggiata lungo la passerella per vedere il mare, una spiaggia infinita.



CENTRO STORICO da percorrere a piedi lasciandosi conquistare dai vari monumenti che si incontrano l’arco di Augusto, la piazza Tre Martiri, il tempietto di S. Antonio e la torre dell’orologio che svetta sulla piazza. Piazza Cavour con la sua fontana della Pigna apprezzata da Leonardo da Vinci, e su cui si affacciano l’antica Pescheria settecentesca, i palazzi municipali ed il teatro Galli. Un pochino spostato dalla via principale il Tempio Malatestiano, o semplicemente il Duomo.


DOMUS DEL CHIRURGO. A poca distanza da piazza Cavour, un’antica casa romana del II secolo, accanto a tracce di un insediamento altomedievale e un grande sepolcreto sottostante. Nella Domus del Chirurgo possiamo ammirare dei meravigliosi mosaici, mentre gli strumenti chirurgici si possono trovare nel Museo della Città a pochi passi.


MUSEO FELLINI Altra tappa è senz’altro il Museo Fellini, diffuso fra Castel Sismondo, palazzo del cinema Fulgor e piazza Malatesta. Il Museo esalta l’eredità culturale di Federico Fellini, nato a Rimini 1920, si possono vedere film, documentari, interviste, sceneggiature, spartiti, costumi e oggetti di scena, nonché i disegni del regista e le soluzioni tecnologiche pensate per coinvolgere i sensi e la mente.


BORGO SAN GIULIANO si trova al di là del Ponte Tiberio che da duemila anni testimonia la capacità costruttiva degli antichi romani e segna uno degli ingressi alla città. Sotto il ponte la piazza sull’Acqua che, mi ha sorpreso perché pensavo proseguisse il fiume ed invece... Oltrepassato il ponte ecco il pittoresco Borgo San Giuliano, vecchio abitato di pescatori che oggi rivive grazie ai ristoranti tipici ma soprattutto ai murales sulle facciate delle casette, che ci portano ad affrontare una caccia al tesoro, tra le storie dei suoi abitanti.

Comments


Potrebbe piacerti anche:
bottom of page