TARANTO


Città inserita in un itinerario di crociera, si raggiunge facilmente dal porto o anche dalla stazione dei treni, camminando preparatevi a perdervi nei suoi tesori.

Iniziando a percorrere il lungomare si incontrano le Sirene.








La Città Vecchia e la Città Nuova sono collegate dal famoso ponte girevole, particolare proprio perché non si alza ma gira, e permette di entrare alle grandi navi nel mare piccolo.

Taranto è infatti detta anche "Città dei due mari".



Di proprietà della Marina Militare il Castello Aragonese con la sua sagoma imponente ha vegliato a protezione della città, oggi è possibile visitarlo e scendere la scalinata di discesa a mare a pochi passi dal canale navigabile e vederlo dal basso.





Dopo aver attraversato il ponte girevole si entra nella città nuova dove si trova il MArTA, il Museo Archeologico Nazionale di Taranto. Più di 200.000 reperti ma che scorrono velocemente tra le diverse sale, un viaggio alla scoperta del territorio e non solo.










Dal tempio di Poseidone, il cui figlio, Taros, è considerato fondatore della città pugliese.si entra nel cuore della Città Vecchia, un intrigo di case decadenti, vicoli bui o con vista sul mare, palazzi sontuosi e ipogei sotterranei.


La Cattedrale di San Cataldo dalla facciata semplice e quasi anonima, nasconde all'interno uno sfarzo da lasciare a bocca aperta, la Cappella del Santissimo Sacramento ospita un altare in marmo arricchito di sculture dell'autore del Cristo Velato di Napoli.


Passeggiando tra i vicoli, si incontrano numerosi murales, tutti da fotografare.


Potrebbe piacerti anche: