top of page

VENAFRO ED ISERNIA

Troppo spesso si sente dire che il Molise non esiste, stavolta dovrò ahimè smentire queste voci, in un giorno ho visitato bene 2 luoghi iconici di questa piccola regione.


Famosa per il Castello PANDONE e per l'idea bizzarra del proprietario Enrico Pandone di affresccare le pareti con raffiguarazioni dei suoi cavalli preferiti a grandezza naturale. Il Castello si trova in una posizione rialzata ed esterna dal paese, vi accoglie con una piazza dove un cartello mi ha fatto scoprire che proprio qui è stato girato un film con Totò e Fernandel "La Legge è legge" del 1958


Al piano superiore si trova il Museo Nazionale del Molise con molte opere del territorio, mi ha colpito la foto di Robert Capa si trova da sola illuminata da un sola luce in una stanza buia e ricorda il periodo bellico vissuto della popolazione del luogo.


Venafro è conosciuta anche come la “città delle 33 chiese”, per il gran numero di edifici religiosi presenti sul suo territorio, di cui alcune chiuse al culto e abbandonate.


Fermatevi a vedere la Palazzina Liberty, che si specchia nel piccolo laghetto cittadino, dalla forma di un castello, un tempo centrale idroelettrica, poi adibita a cinema ed ora sede di eventi culturali


Fuori città il cimitero di guerra francese, il più grande d’Italia, visto solo passandoci fuori perché era chiuso.




Ti accoglie con il suo Acquedotto Romano, ci passi sotto ma non realizzi subito che sei al cospetto di una delle opere di ingegneria romana meglio conservata.

La sua acqua alimenta la Fontana Fraterna e non solo, si trova nel centro storico costruita in blocchi di pietra calcarea dalla quale escono sette getti d'acqua, deve il suo nome alla Frataria, la società di Mutuo Soccorso fondata da Papa Celestino V, originario del Molise.


Nel vicino Museo Civico troviamo anche una sezione dedicata proprio a Papa Celestino V, ma anche un piano dove il tombolo è protagonista con video esempi e capi realizzati con questa tecnica. Ed uno spaccato di un momento duro e tragico per l'intera popolazione il bombardamento del 10 settembre del 1943.


Ti stupirà l'Arco di San Pietro perché in realtà è una torre con un orologio, che si può attraversare proprio passando sotto gli archi a sesto acuto. Si trova accanto alla Cattedrale dedicata a San Pietro Apostolo. Si trova sulle ceneri di un tempio pagano italico del III secolo a.C.


Per concludere ho acquistato al supermercato le reginelle ed i mostaccioli del Biscottificio Cianciullo veramente buonissimi, se vi capita di andare sul posto meglio, ma se siete curiosi e golosi potete anche acquistarli online spediscono in tutta Italia.


Tornerò in Molise c'è ancora tanto da scoprire ed assaporare.


コメント


Potrebbe piacerti anche:
bottom of page